EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Una versione più potente di CERCA.VERT

Nel post precedente sulla funzione di Excel CONFRONTA vi avevo promesso che vi avrei fatto vedere come essa può tornare utile in molti casi se usata insieme ad altre funzioni.

Come ricorderete anche nel post sulla funzione INDICE vi avevo detto che essa, da sola, è di scarsa utilità, allora sommiamo insieme queste due funzioni e scopriremo come realizzare una versione più potente di CERCA.VERT.


Iniziamo con il capire cosa intendiamo con “versione più potente“. Se avete letto l’articolo su CERCA.VERT, o se per esperienza vi è già capitato, saprete che con questa funzione è possibile solo cercare i dati nella prima colonna della matrice che selezionerete e che il risultato della formula può essere solo a destra della colonna di partenza, per spiegarmi meglio, immaginate un foglio come questo

Bene, se volessimo conoscere il fatturato di un’azienda a partire dal codice o dal nome non ci sarebbe alcun problema, basterebbe usare CERCA.VERT in questo modo

=CERCA.VERT("Azienda 1", B2:C4; 3; 0)

Per chi non mastica ancora bene CERCA.VERT la funzione si legge in questo modo
Cerca verticalmente il valore “Azienda 1” nell’insieme che va da B2 a C4, quindi restituiscimi il valore della la seconda colonna dell’insieme corrispondente alla riga corrispondente a quella della cella che hai trovato.

Facile no? Ma se avessimo bisogno di ottenere il codice dell’azienda partendo dal suo nome? Se ci servisse come risultato, in pratica, la colonna -1? Ecco, non si potrebbe fare, questa formula, infatti, se ci provate, Excel vi restituisce un errore.

La soluzione più semplice, la più popolare, è quella di aggiungere una nuova colonna dopo la colonna del nome e riportarvi i codici delle aziende o, tuttalpiù, spostare la colonna dei codici dopo i nomi. Questa soluzione funziona ma richiede un po’ di tempo e va ripetuta ogni volta.
E allora? Allora, immaginate che l’elenco dei dati venga fornito da una società esterna, cosa fate, modificate ogni volta il file? Vi costerebbe un sacco di tempo (e quindi di denaro 😉 ).Passiamo allora alla soluzione con un piccolo trucco. Partiamo dalla funzione INDICE, come detto un paio di articoli fa, la funzione si usa in questo modo:

=INDICE(intervallo dei dati, numero riga, numero colonna)

Noi sappiamo che il dato che ci serve è nella colonna A, quindi iniziamo a scrivere la formula

=INDICE(A:A;

Ecco che si presenta il problema, quale riferimento riga mettiamo se non conosciamo la posizione del valore che vogliamo? E qui che subentra la funzione CONFRONTA. Questa funzione ritorna la posizione di un elemento cercato in una data matrice, quindi, nel nostro caso (ricordate che dobbiamo cercare “Azienda 1”), la formula è

=CONFRONTA("Azienda 1"; B:B; 0)

il che ci ritorna il valore 2. Ora mettiamo insieme le due formule

=INDICE(A:A;CONFRONTA("Azienda 1";B:B;0);

ora non ci resta che indicare la colonna dell’insieme che vogliamo venga usata da indice per ritornare il valore, nel nostro caso è 1 visto che l’insieme è composto da una sola colonna

=INDICE(A:A;CONFRONTA("Azienda 1";B:B;0);1)

Ecco fatto, il risultato che troveremo nella cella sarà il codice di “Azienda 1”. Ovviamente questo è solo un esempio ma, come potete vedere, queste 2 funzioni che prese singolarmente hanno poco senso, messe insieme diventano molto potenti.

Giusto a titolo informativo, potremmo usare la stessa formula anche per conoscere il fatturato dell’azienda semplicemente cambiando la colonna di riferimento della funzione INDICE, ecco come

=INDICE(C:C;CONFRONTA("Azienda 1";B:B;0);1)

ed il risultato sarà 30.000.

Anche se sembra qualcosa di complicato, una volta che ci avrete preso la mano non smetterete più di usare questo sistema per cercare i dati, soprattutto per il fatto che è molto più veloce di CERCA.VERT, non lo noterete su una ricerca sola, ma provate su 1000 celle e poi mi direte.

Lo stesso sistema può anche sostituire la funzione CERCA.ORIZZ.Come sempre sono a disposizione per ulteriori chiarimenti, basta commentare.

A presto

Seguimi

Resta aggiornato!

gianfranco

Appassionato di informatica, fotografia e di tecnologia in generale. Esperto nell'uso di Excel e con tanta voglia di condividere le sue conoscenza con il mondo, sempre pronto a dare una mano (ma non più di due volte, altrimenti rimango senza).

34 COMMENTS

  • Salve!

    In realtà avrei bisogna invece di valore restituito, nome della cella. Cioè quando inserisco codice di un prodotto, voglio che venga visualizzato ad esempio “Prodotti!B115” (prodotti è il nome di un foglio definito).

    • Ciao,
      puoi ottenere quello che vuoi seguendo questo esempio:

      ="Prodotti!A" & CONFRONTA(A2;Prodotti!B:B;0)

      il nome “Prodotti!A” è fisso ed è il nome del foglio e la colonna che contiene i codici (A) mentre CONFRONTA(A2;Prodotti!B:B;0) restituisce il numero di riga in cui è contenuto il nome del prodotto.

      Qui puoi scaricare il foglio con l’esempio, se ti serve altro aiuto chiedi pure 🙂

  • Ciao
    Formula eccezionale e rapida!!
    Io, però, ho un problema simile, ma non so se posso usare le formule. INDICE e CONFRONTA
    provo a spuegarmi…
    Sulla cartella “pippo” ho la colonna M che contiene la provincia e la colonna N che contiene il comune. Nella cartella “pluto” ho la colonna A che contiene il codice Belfiore, la colonna B che contiene la provincia e la colonna C che contiene il comune.
    Devo cercare le colonne M e N della cartella “Pippo” come corrispondenza esatta nelle colonne B e C della cartella “Pluto” e la cella A, contenente il codice Belfiore” devo riportarla nella colonna L della cartella Pippo.
    Se non trovo corrispondenza esatta, nella cella L di Pippo deve apparire “non trovato”.
    Ho provato ad usare le 2 funzioni , ma mi appare l’errore” riferimento non valido. I file di questa versione non possono contenere formule che fanno riferimento a cella che si trovano dopo le prime 256 colonne o 65536 righe”.
    Sicuramente non so adattarla alla mia situazione.
    Grazie.
    Lucia

    • Ciao Lucia,
      ho trovato la formula che fa per te, devi sostituire i riferimenti cella in grassetto con i tuoi riferimenti (nome vero della cartella e celle di inizio e fine reali)


      =SE.ERRORE(INDIRETTO("Pluto!A" & (MATR.SOMMA.PRODOTTO((Pluto!$B$1:$B$3=M1)*(Pluto!$C$1:$C$3=N1)*RIF.RIGA(Pluto!$A$1:$A$3))));"NON TROVATO")

      a breve scriverò un articolo su come funziona il matr.somma.prodotto per le ricerche con parametri multipli 🙂

      Qui puoi scaricare un esempio funzionante con il quale fare le prove:
      Scarica esempio

      • Sempre più splendida!!!
        Ti ringrazio anche per la rapidità nel rispondere!!
        Su oltre 9000 righe, solo 20 non trovate!!! Oltre al notevole risparmio di tempo…mi vergogno a dirlo ma fino alla settimana scorsa usavo il copia e incolla.
        Il tuo sito é memorizzato tra i preferiti….;-)
        A presto
        Lucia

        • Non posso che essere felice nell’averti aiutata :-)… se vuoi puoi lasciare testimonianza della tua esperienza anche nel GuestBook 🙂

  • Ho tante tabelle una sotto l’altra e ciascuna ha come intestazione il nome della azienda a cui si riferisce. Scrivo un esempio:

    Google book-value ebit
    2001 32658 12665
    2002 25669 2325
    2003 1255 12555

    Zytron book-value ebit
    2001 5236 12585
    2002 1548 2365
    2003 1236 1235

    In un’ altra cartella ho tanti fogli per ogni anno che mi serve (uno per 2001, uno per 2002 e uno per 2003). In ogni foglio ho l’elenco delle società in questo modo:

    Company: book-value ebit
    Google
    Zytron

    Vorrei che in ogni foglio si andasse a copiare la riga corrispondente all’anno per quella determinata azienda. La funzione scarto sembrerebbe appropriata, tuttavia deve essere in qualche modo combinata ad una funzione di “cerca”. Ho provato ma non so come combinarle.
    Grazie

    • Ciao Beatrice,
      per poterti aiutare avrei bisogno di un paio di informazioni in più (se riuscissi a mandarmi via email il file sarebbe addirittura meglio, la mail è nel menu “Contattami” in alto).

      In particolare, i dati di partenza sono scritti a partire dalla riga 1? Ci sono spazi tra un azienda e l’altra? il numero di anni che si ripete è fisso? Nei fogli per anno l’anno è memorizzato in una cella o è il nome del foglio?

      Grazie 🙂

      • non trovo la tua e mail…come posso inviarti il file?

        • E’ scritta qui 🙂

          comunque è tuttoexcel [at] outlook.it 🙂

  • Ciao,
    ho un problema che non riesco a risolvere e non so se è risolvibile.
    Provo a spiegarmi. Ho 35 fogli con una tabella per foglio; in un 36° foglio ci sono dei dati che devo ricercare su tutti i fogli precedenti; quello che mi serve, è sapere il nome del foglio all’interno del quale è presente un determinato dato del 36° foglio. Non so se sono stato chiaro, ma è difficile da spiegare a parole!

  • Ciao e complimenti per le utili informazioni che dai, ho un problema di questo tipo, io voglio che una cella effettui un cerc.vert quando è verificata una certa condizione, devo inserire degli orari dei treni, ma voglio che inserisca l’orario del treno in quella stazione ma rispetto al treno inserito.
    Esempio
    Colonna A – numero treno
    Colonna B – stazione
    Colonna C – orario previsto
    Colonna D – orario reali

    Dovrei avere una formula che mi restituisca l’orario reale del numero del treno xxx nella stazione xxx
    Grazie

    • Buongiorno Nicola,
      per fare quello che chiedi hai bisogno di un CERCA.VERT con più di una condizione, ho recentemente scritto un articolo a tal proposito che puoi trovare qui

      Nel tuo caso, poniamo che tu abbia una tabella come la seguente

        A B C D
      1 Numero Treno Stazione orario previsto orario reale
      2 100 Milano 10:00 10:15
      3 100 Bologna 12:00 12:20
      4 100 Roma 14:00 14:05
      5 110 Milano 09:00 09:00
      6 110 Firenze 13:00 13:02

      Per cercare il treno 110 in arrivo a Roma e ricavarne l’orario reale devi usare la seguente formula matriciale (ovvero la devi confermare con CTRL+MAIUSC+INVIO)


      =INDICE(A1:D6;CONFRONTA(1;(A1:A6=100)*(B1:B6="Roma");0);4)

      ovviamente il 100 e “Roma” puoi sostituirli con le celle che contengono i rispettivi valori. La cella che contiene la formula, se i valori che vengono restituiti sono orari come nel mio caso, va formattata come ora (tasto destro sulla cella, formato cella, Ora)

      Se non ti è chiaro qualcosa fammi pure sapere

      a presto 🙂

  • Nel ringraziare per questa fantastica applicazione, che mi ha risolto in pochi secondi un problema non da poco volevo chiedere se c’è modo di aggirare, nella funzione CONFRONTA, il parametro “corrisp”.
    Mi spiego: nel mio file ho in verticale un elenco di nomi e in orizzontale un elenco che contiene degli 1 nei giorni di servizio del personale ed è vuoto quando il personale non è presente; nella prima riga della tabella ci sono le date riferite ad un anno.
    Con “corrisp 0” nella funzione confronta ho risolto come visualizzare la prima data di servizio (secondo la guida di excel “troverà il primo valore che corrisponde esattamente a valore. I valori nell’argomento matrice possono essere disposti in qualsiasi ordine.”), ora avrei bisogno di trovare il riferimento all’ULTIMO valore “1” in modo da indicare anche la data di fine. È possibile?

    • Ciao Andrea,
      scusa per la risposta tardiva ma sono rientrato anche io oggi dalle ferie, visto che non un file a disposizione vado di improvvisazione. Poniamo che questa sia la tua struttura:

        A B C D E F G H I J K L M N
      1 10/1 11/1 12/1 13/1 14/1 15/1 16/1 17/1 18/1 19/1 20/1
      2 Mario Rossi 1 1 1 1 19/01/2016

      Nella cella gialla puoi vedere il risultato della seguente formula


      =INDICE($B$1:$L$1;MAX(CONFRONTA(2;INDICE(1/(B2:L2=1);0))))

      Basta tirarla giù per ottenere l’ultima data per ogni riga.

      Se non è quello che volevi ti suggerisco di mandarmi un esempio via email all’indirizzo che trovi nel menu CONTATTAMI in alto e sarò ben felice di aiutarti 🙂

      A presto

      • Grazie, era esattamente ciò che mi serviva! 🙂

  • Ciao Gianfranco,
    incoraggiato dagli entusiastici riscontri alle tue risposte di cui ho qui letto, scusandomi per la mia profonda ignoranza, ti prego di darmi una guida per risolvere un problema che reputerei essere “banale” per chi ha la conoscenza ma che io non riesco nemmeno a capire se e come possa essere risolto, se con cerca.vert o con il sistema combinato che qui suggerisci, od altro.
    Mi trovo periodicamente a dover raffrontare dei dati da due fogli Excel, uno “fisso”, con i dati dell’anno scorso ed il secondo “variabile”, con i dati del mese concluso.
    Premesso che ho strutturato i dati con il medesimo ordine di colonne, sinora ho sempre fatto delle stampe, per un raffronto visivo a mano (paleolitico… lo so!) per notare le differenze più significative tra le 6 pagine circa risultanti, appuntando a mano le note del caso. Le colonne sono 12 e riportano diverse informazioni, ma quelle essenziali sono alla colonna 1 e 2.
    Ora vorrei sviluppare una funzione che mi permetta di verificare ed ottenere, possibilmente su di un terzo foglio che mantenga i restanti campi di informazione (le colonne dalla 3 alla 12). il “raffronto” tra i due, laddove
    1 – per la prima colonna, riportante il numero del documento, risulti se il documento del foglio “fisso” appare anche in quello periodico, nonchè se nel foglio periodico risulta un documento “nuovo”, ossia che non era presente in quello fisso
    2 – per la seconda colonna, riportante l’importo:
    2.1 se l’importo del secondo foglio, per un medesimo documento, risulti inferiore o maggiore a quello del primo e possibilmente di quanto;
    2.2 se il documento non risulta , mi segnali che l’importo che c’era sul foglio fisso è mancante in quello periodico, riportandolo come negativo (in rosso?) sul terzo foglio;
    2.3 se infine il documento risulta nel documento periodico e non in quello fisso (quindi sia “nuovo”), riporti sul terzo foglio l’importo del foglio variabile, in positivo (in verde?).
    Fatto ciò, credo che potrei essere in grado di impostare sul terzo foglio anche i relativi totali e commenti di interesse, ossia:
    – il saldo tra importi negativi e positivi per i documenti esistenti
    – il saldo dei documenti mancanti
    – il saldo dei documenti nuovi
    – il totale generale
    – una tredicesima colonna, per le “note” sulle differenze o sui documenti mancanti o per i nuovi.
    Molto lungo a dirsi e mi scuso per il tempo che ti preso per la lettura, ma, spero… abbastanza facile a farsi?
    Attendo tue, grazie mille per ogni lume che mi potrai dare, anche se non di soluzione completa ed, in ogni caso, mi unisco ai complimenti per il tuo sito!

    • Ciao Filippo,
      innanzitutto scusa per il ritardo nella risposta ma sono stato un po’ preso. Per quello che mi chiedi forse sarebbe meglio sviluppare una macro che effettui i vari confronti e crei il nuovo foglio in automatico, con le formule diventa un’operazione lunga e complessa e di difficile manutenzione in caso di cambiamenti (oltre che lenta nell’esecuzione).

      Ti posso aiutare ma ti chiederei di inviarmi un file sul quale possa lavorare, con la stessa struttura e con dei dati farlocchi (così non sei costretto a inviarmi dati che magari sono sensibili)

      Una volta pronta la macro potrai copiare i dati originali dal tuo file a quello che conterrà la macro.

      Per inviarmi il file puoi usare l’indizizzo email che trovi nella sezione “Contattami” del sito nel menu in alto.

      • … ma ci mancherebbe, grazie invece per il tuo tempestivo riscontro!

        Se ho ben capito, per gli allegati posso scrivere solo a ti.ko1537633560oltuo1537633560@lecx1537633560eottu1537633560t1537633560 quindi così provvedo.

        Te li invio in .pdf, proprio per la riservatezza che mi suggerivi (ho cancellato e modificato, ma non so se la “storia” resta leggibile…), ma se ti serve li posso ovviamente inviare in .xlsx, se mi spieghi come essere certo che non si portino dietro le info cancellate o modificate.

        Grazie mille, attendo tue, ciao!

        • Caro Gianfranco,

          ti so rientrato da un lungo periodo di malattia, me ne dispiace per il passato e sono lieto tu ti sia rimesso.

          Io, nel mio piccolo, sono ancora incastrato con questa esigenza di raffronto tra due fogli Excel, come da campioni che ti ho poi inviato, ogni mese mi arrivano ed ogni mese ci lavoro a mano… so che avevi in mente di donarci una tua soluzione ad ampio spettro, quindi, in un modo o nell’altro, confido veramente che ti sarà possibile darmene una soluzione…!

          Grazie mille ed a presto, ciao.

  • Ciao Gianfranco,
    il tuo sito su Excel è una miniera d’oro!!! Grazie!!!

    Come dicevo, questo sito è una miniera di informazioni, ma ogni tanto il neurone rifiuta di fare il suo lavoro e così mi perdo in un bicchier d’acqua….spero tu possa lanciarmi una ciambella 🙂

    Avrei bisogno di adattare la funzione affinché esegua la ricerca su più colonne. Ho provato varie soluzioni ma a parte un mal di testa non sono riuscito a cavare un ragno dal buco….
    Grazie

  • Salve è possibile avere una funzione “SE” dentro un “CERCA.VERT” ?

    Avrei più campi da analizzare per ritornare il valore corretto che a me serve, ad esempio:
    – ho il numero di una bolla di consegna (in una tabella A)
    – ho il numero di nota di credito (in una tabella B) ; la tabella con la nota di credito riporta il numero di bolla di consegna a cui fa riferimento e la data
    – le bolle di consegna possono essere di due tipi IN e OUT ma le note di credito NO e quindi per eccesso potremmo avere due numeri uguali della nota di credito (la 00052 per la IN e la 00052 per la OUT)
    – quindi per associare NC corretta a bolla di consegna corretta devo incrociare anche la data che è l’altro elemento distintivo

    Spero di essere stato chiaro…grazie mille
    Luca

  • Ciao Gianfranco,
    incoraggiato dagli entusiastici riscontri alle tue risposte di cui ho qui letto, scusandomi per la mia profonda ignoranza, ti prego di darmi una guida per risolvere un problema che reputerei essere “banale” per chi ha la conoscenza ma che io non riesco nemmeno a capire se e come possa essere risolto, se con cerca.vert o con il sistema combinato che qui suggerisci, od altro.
    Mi trovo periodicamente a dover raffrontare dei dati da due fogli Excel, uno “fisso”, con i dati dell’anno scorso ed il secondo “variabile”, con i dati del mese concluso.
    Premesso che ho strutturato i dati con il medesimo ordine di colonne, sinora ho sempre fatto delle stampe, per un raffronto visivo a mano (paleolitico… lo so!) per notare le differenze più significative tra le 6 pagine circa risultanti, appuntando a mano le note del caso. Le colonne sono 12 e riportano diverse informazioni, ma quelle essenziali sono alla colonna 1 e 2.
    Ora vorrei sviluppare una funzione che mi permetta di verificare ed ottenere, possibilmente su di un terzo foglio che mantenga i restanti campi di informazione (le colonne dalla 3 alla 12). il “raffronto” tra i due, laddove
    1 – per la prima colonna, riportante il numero del documento, risulti se il documento del foglio “fisso” appare anche in quello periodico, nonchè se nel foglio periodico risulta un documento “nuovo”, ossia che non era presente in quello fisso
    2 – per la seconda colonna, riportante l’importo:
    2.1 se l’importo del secondo foglio, per un medesimo documento, risulti inferiore o maggiore a quello del primo e possibilmente di quanto;
    2.2 se il documento non risulta , mi segnali che l’importo che c’era sul foglio fisso è mancante in quello periodico, riportandolo come negativo (in rosso?) sul terzo foglio;
    2.3 se infine il documento risulta nel documento periodico e non in quello fisso (quindi sia “nuovo”), riporti sul terzo foglio l’importo del foglio variabile, in positivo (in verde?).
    Fatto ciò, credo che potrei essere in grado di impostare sul terzo foglio anche i relativi totali e commenti di interesse, ossia:
    – il saldo tra importi negativi e positivi per i documenti esistenti
    – il saldo dei documenti mancanti
    – il saldo dei documenti nuovi
    – il totale generale
    – una tredicesima colonna, per le “note” sulle differenze o sui documenti mancanti o per i nuovi.
    Molto lungo a dirsi e mi scuso per il tempo che ti preso per la lettura, ma, spero… abbastanza facile a farsi?
    Attendo tue, grazie mille per ogni lume che mi potrai dare, anche se non di soluzione completa ed, in ogni caso, mi unisco ai complimenti per il tuo sito!

  • Salve! Anzitutto complimenti, questo forum mi ha aiutata più di una volta!
    Poi volevo chiedere una delucidazione sul cerca vert, ovvero impostando la formula con una matrice tipo D1:E116 portandola giù per le altre celle mi avanza diventando D2:E117, D3:E118 così via, ovvero mi sballa la matrice fino a non trovare più i dati e restituendomi #N/D.
    Come posso fare per “bloccare” la matrice e replicare la formula del cerca vert anche sulle altre celle?

    Grazie mille e ancora complimenti.

  • Buongiorno.
    A costo di essere ripetitivo, Grazie per il tempo che dedichi a rispondere ad ogni nostra neccessità e complimenti per il forum.
    Avrei questa esigenza particolare:
    Una cartella di lavoro per semplificare la stesura di Referti per le partite di Hockey in un foglio abbiamo la stesura degli eventi riferiti ai Falli con relativi dati come squadra (A-B) giocatore (n° maglia) tempo di assegnazione (tempo scritto sul tabellone a scalare) durata della penalita’ (solitamente 2 minuti) fine della penalita’, e una serie di altri campi calcolati convertiti in tempi gara quindi per intenderci 1tempo con tabellone che segna 11:50 i tempi ufficiali sono di 20 minuti il tempo gara sara 8:10 quindi il tempo fine penalità sarà 10:10
    in un altro foglio denominato RETI vengono inseriti tutti i dati relativi alle reti con il dato del tempo gara nel nostro caso potrebbe essere 9:25 in cui è stato segnato ed l’indicazione PP stà per PowerPlay nel caso in cui la squadra che fà gol si trova in superiorità numerica per aver appunto avuto un espulsione dovuta al fallo commesso.
    In queste circostanze la penalità risulta pienamente scontata, quindi il giocatore che avrebbe dovuto starsene in panca puniti per 2 minuti quindi fino a 10:10 quando la squadra avversaria effettua il gol può rientrare in campo e sul referto devo correggere il tempo di rientro con il tempo in cui è stato segnato il gol quindi 9:25.
    Sostanzialmente potrei utilizzare la formula INDICE e CONFRONTA se non fosse che il valore da ricercare non è solo un valore ma un valore compreso in un determinato periodo di 2 minuti quindi dovrei passare alla funzione 8:10<valore<10:10.
    Grazie Davide

  • Salve! Anzitutto i complimenti sono veramente d’obbligo, avrei bisogno di utilizzare la funzione INDICE(C:C;CONFRONTA(“Azienda 1”;B:B;0);1) ma purtroppo al posto di “Azienda 1” devo identificare una cella che contiene un dato ora nel formato 05:00 all’interno di un intervallo tipo ( 04:00 e 06:00) esiste un modo semplice per adattare questa funzione?
    Grazie ancora per tutta la pazienza dimostrata.
    DAVIDE.

  • Salve,

    a me servirebbe semplicemnte di cercare una colonna di valori allínterno di una grande matrice excell(in pratica il classico find manuale ma automatizzato) . Ed avere come risultato le coordinate del valore trovato.
    Grazie,

    FP

  • grande chiarezza e concretezza, ciò che spesso fa difetto a chi scrive di Excel.
    ho questo problema, che non riesco a risolvere pur avendo provato ad adottare alcune formule dei tuoi post. puoi darmi una dritta?
    ho tre tabelle dati, ciascuna composta da diverse colonne e moltissime righe. in ognuna di esse è presente una colonna che riporta un codice (Isin) in base al quale vorrei fossero allineati tutti i dati delle tre tabelle in un’unica nuova tabella. ho provato ad adottare la funzione cerca.vert ma i dati non si allineano correttamente nel senso che l’allineamento è solo parziale (funziona per ogni singola tabella ma nel consolidare i dati in un’unica tabella non necessariamente essi corrispondono a quelli della prima). in altri termini, dovrei trovare una funzione che mi permetta contemporaneamente di cercare il codice presente nelle tre colonne di ogni tabella e quindi restituirmi i valori che si susseguono nelle stesse.
    c’è un modo per venirne a capo?
    grazie anticipatamente
    antonio

  • Salve,non riesco a mettere una formula di una ricerca su un foglio di excell.può aiutarmi gentilmente?
    Provo a spiegarmi. ( le celle che trova scritte sono quelle reali )
    Dalla cella G25 alla cella G46 devo cercare “verona” perchè non so dove si possa trovare.
    Una volta trovato verona sulla sua stessa riga c’è un valore.
    Esempio;
    trovato verona in G29 e sulla stessa riga nella cella L 29 c’è il valore che corrisponde a 4
    ora ciò che serve a me è di sommare quel valore 4 alla cella AB15 ed avere il totale nella cella da cui eseguo questa formula.
    E’ possibile?
    Grazie per la risposta

    Cordiali saluti
    Massimiliano

  • Buongiorno. Volevo innanzitutto fare i complimenti per la preparazione notevole su excel, e chiederti se puoi risolvere il mio problema:
    ho dei dati numerici in due colonne (es. sezione cavo in mmq e portata cavo in Ampere) e dovrei impostare una formula in una cella in modo tale che a seconda del risultato che mi viene da un calcolo separato, mi dia la sezione del cavo corrispondente.
    Già questo per me sarebbe un problema. Ma il problema maggiore sorge quando superata la massima portata del cavo da 1 mmq, la formula dovrebbe restituirmi come risultato la sezione successiva, 1,5mmq.
    Es. se la formula del calcolo separato mi da come risultato 13 Ampere, e la portata massima del cavo da 1mmq è 12 Ampere, la formula da impostare dovrebbe darmi come risultato 1,5mmq.
    Non so se sono stato chiaro e perdona la mia ignoranza.

  • Ho usato la combinazione di indice e confronta. Ma se nella colonna B ho il nome di azienda 1 ripetuto 2 volte e volessi prendere entrambi i codici (riferiti a due righe diverse) come posso fare?

  • Ciao Gianfranco!
    complimenti per l’ottimo lavoro che ogni giorno svolgi!

    1. Sono alle prese con la mia tesi di laurea
    2. Sono un novizio di excel
    3. Penso ti basteranno pochi secondi per risolvere il mio problema
    4. Sono alle prese con l’implementazione dell’algoritmo di Dijkstra e sto impazzendo

    I PROBLEMI SONO I SEGUENTI:

    1. Ho una serie di valori in riga 1. Voglio individuare il minimo e “stamparlo” nella corrispondente cella sottostante in riga 2 (già questo non riesco a farlo)

    2. Fatto ciò, in riga 2 avrò valori completamente diversi (fatta eccezione, del minimo della riga 1). Adesso ho necessità di prelevare il nuovo minimo di riga 2 e stamparlo nella corrispondente cella (sottostante) in riga 3.
    NB. Il nuovo minimo potrà essere minore maggiore o uguale del valore precedentemente trovato, ho quindi solo bisogno di non considerare più (in riga 2) il minimo di riga 1 nella mia ricerca.

    SPERO DI ESSERE STATO CHIARO, GRAZIE INFINITE IN ANTICIPO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


MESSAGGIO DALL'AUTORE
Se pensi che questo articolo ti sia stato utile e vuoi supportare questo sito puoi offrirmi un caffé con una piccola donazione. Mi aiuterai a sostenere le spese di gestione del sito.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: